Cos’e’ l’uveite

L’uveite è una infiammazione dell’uvea, che è  lo strato  vascolare  che  riveste internamente il  guscio dell’occhio (la sclera) e sulla  cui superficie si distende a sua volta la retina .
Si tratta  di una strato  costituito da una  fittissima rete di  capillari  che  crea una  specie di  feltro, la cui funzione è di  fornire ossigeno ed ogni elemento  nutritivo  al sovrastante tessuto retinico che necessita di un  altissimo  apporto energetico.

L’uvea comprende tre  distretti: 
a) una struttura laminare di capillari che  riveste  tutta la  superficie interna della sclera e viene  definita coroide;
b) una struttura ghiandolare anulare situata  dietro l’iride che filtrando il sangue produce l’umore acqueo;
c) una struttura in cui al tessuto vascolare si associano fibre muscolari a costituire un  disco forato al centro che definiamo iride. 
Il foro centrale, detto pupilla, ha un diametro variabile in rapporto alla contrazione delle fibre muscolari dell’iride.

schema_occhio_uveiti

La parete dei capillari dell’uvea costituisce l’organo bersaglio di  molteplici reazioni immunitarie, che innescano una reazione infiammatoria locale caratterizzata  da dilatazione dei capillari stessi, gonfiore dei tessuti circostanti, produzione di essudazione, dolore, danneggiando tutti i tessuti oculari in maniera anche molto grave ed estendendosi all’adiacente retina sino alla necrosi.
Il corpo ciliare in fase infiammatoria (ciclite) arresta la propria funzione di produzione dell’umore acqueo o viceversa riversa  negli  spazi  intraoculari essudazione di proteine o cellule infiammatorie che intorbidano il fluido limpido contenuto nel bulbo, determinando  calo della vista e intenso dolore.
Anche l’infiammazione dell’iride (irite) produce essudazione nell’umore acqueo, diffusione di cellule sulla cornea e formazione di aderenze fra la pupilla ed il cristallino, con deformazione ed alterazioni dei movimenti della pupilla; ciò crea difficoltà visive e può complicarsi con l’insorgenza di cataratta e di glaucoma per occlusione della struttura di  deflusso dell’umore acqueo.

cause_sintomi diagnosi_terapia Specialisti