Cause e sintomi

Molteplici sono le cause di uveite:

a) Uveiti di natura infettiva provocate da batteri, virus, miceti , e protozoi. Il microrganismo può essere presente nell’occhio a seguito di una  ferita  perforante o come conseguenza della perforazione di un’ulcera corneale o può essere giunto per via  ematica in una  condizione di  setticemia. In questi casi la reazione infiammatoria può essere  violentissima e fulminante portando alla distruzione dell’occhio a causa delle tossine prodotte dal microrganismo che inducono necrosi nei tessuti (pan uveite o  endoftalmite).

b) Uveite provocata da un’infezione sistemica (stato infiammatorio che coinvolge l’intero organismo) in corso di tubercolosi, sifilide, toxoplasmosi, lebbra, brucellosi, AIDS, malattie virali dell’infanzia come varicella, morbillo, mononucleosi, herpes, citomegalovirus, infestazioni da toxocara, oncocerchiasi, ameba.

c) Uveiti non infettive legate a malattie infiammatorie sistemiche croniche di natura autoimmune fra le quali ricordiamo il LES, l’artrite reumatoide, la malattia di Behcet, la  spondilite, la psoriasi, la colite ulcerosa, la malattia di Crohn, la sarcoidosi. In questo caso l’uveite, in forma bilaterale, può durare tutta la vita con episodi ricorrenti o in forma  cronica.

d) Uveiti da traumi meccanici, fisici e chirurgici. Non va dimenticato che anche il rigetto,  dopo un trapianto di cornea, e’ in realtà una irido-ciclite per reazione immunitaria contro il lembo corneale trapiantato.

e) Uveiti provocate dalla presenza in circolo di anticorpi in occasione di malattie  neoplastiche o allergiche.


Il sintomo inequivocabile e principale è il dolore.

L'uveite procura sempre dolore, talvolta molto intenso, gravativo e costante, irradiato alla tempia, associato a cefalea. L’occhio si presenta congesto, senza lacrimosità o secrezione. Tipica e’ l'ntolleranza alla luce (fotofobia) con calo della vista talora anche importante: sensazione di offuscamento, di ragnatele e, se vi è coinvolgimento della retina, visione di chiazze scure nel campo di visuale.